Un episodio di cronaca gravissimo è andato in scena durante la mattinata di martedì 8 maggio scorso - ma la notizia è trapelata soltanto in queste ore – presso gli ambulatori di Rossano dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza.

Dove un medico, assai noto a Rossano e nell’area urbana della città di Corigliano Rossano, ha malmenato una donna in servizio presso la stessa Asp ove svolge mansioni di pulizie. Alla base del gravissimo fatto di violenza vi sarebbero stati futili motivi, con ogni probabilità legati proprio alle attività di pulizie in cui in quel momento era impegnata la vittima. Colpita a quanto pare ripetutamente dal medico aggressore, che le avrebbe sferrato pure un pesante calcio. A seguito dell’aggressione fisica la donna s’è immediatamente recata in Pronto soccorso presso il vicino presidio ospedaliero "Nicola Giannettasio" dove il medico di turno l’ha visitata e refertata, assegnandole una prognosi di sette giorni per la guarigione dalle ferite riportate. La stessa vittima ha poi denunciato tutto ai carabinieri della locale Stazione. Gl’investigatori dell’Arma hanno così fatto scattare i dovuti accertamenti e le indagini del caso. Che sono tuttora in corso. Informata la Procura di Castrovillari.