***A fuoco pure un’altra auto ed un camion*** 

Una nuova ondata di recrudescenza criminale sta investendo in questi ultimi giorni il comprensorio della Sibaritide e la Città di Corigliano Rossano. Nomi e volti dei delinquenti sono per ora ignoti.

Come le mani che, armate di liquido infiammabile, la scorsa notte, in contrada Santa Lucia alla popolosa frazione Scalo di Corigliano, nell’area parcheggio del locale supermercato Conad, hanno appiccato il fuoco e mandato in cenere l’autovettura Nissan Qashqai di proprietà di Domenico De Francesco, 30 anni, rossanese, titolare insieme ad altri soci del centro scommesse sportive “Betaland” ubicato lungo una strada parallela al luogo dell’incendio alla distanza di qualche centinaio di metri. Ignoto il movente dell’azione delittuosa, consumata proprio sotto l’abitazione coriglianese del giovane. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del Distaccamento di Rossano ed i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Corigliano. Ai pompieri è toccata l’opera di spegnimento della vettura divorata dalle potenti lingue di fuoco, mentre i militi dell’Arma hanno avviato le indagini del caso.

Il bilancio delle azioni criminali della scorsa notte, che si sommano a quelle delle scorse notti e degli scorsi giorni, parlano di un’altra auto data alle fiamme nel centro storico di Rossano e d’un camion incendiato all’interno d’un capannone in contrada Ministalla a Corigliano. Tutti atti d’accertata matrice dolosa da parte di vigili del fuoco e carabinieri.