Sono precise, circostanziate e tutte coincidenti le varie segnalazioni che ci sono giunte in redazione tra ieri ed oggi sul caso del maniaco sessuale “a caccia” d’adolescenti di sesso maschile che da qualche settimana imperverserebbe nella popolosa frazione marina di Schiavonea, a Corigliano Rossano, e non solo. Già, perché una delle segnalazioni ci è giunta dall’Alto Jonio, e precisamente dal Comune di Villapiana.

Il tentativo d’adescamento sarebbe andato in scena alcuni giorni fa ai danni d’un paio di ragazzini di quattordici anni intenti a passeggiare insieme sul lungomare villapianese di “114”. Uno di essi, in un primo momento, secondo il racconto giuntoci in redazione, sarebbe addirittura salito a bordo dell’autovettura dell’adescatore, un’Audi A3 di colore blu notte.

Ed è esattamente il tipo d’auto che ci aveva indicato l’adolescente coriglianese che ci aveva scritto ieri sera inviandoci nientepocodimenoche due scatti fotografici dell’uomo - fatti a sua insaputa - con cui lo stesso ha raccontato d’essersi ritrovato per caso su un tratto di spiaggia del litorale coriglianese ricevendo delle proposte oscene, ed indicandoci con precisione pure il modello di scooterone – un Yamaha T-Max – a bordo del quale il presunto maniaco sessuale avrebbe tentato d’adescare altri ragazzini in quel di Schiavonea come ha raccontato la nostra Antonella Balestrieri nella sua prima cronaca sul caso.

I due ragazzini di Villapiana, a un certo punto e per loro stessa fortuna si sarebbero spaventati, e l’amico di quello entrato nell’abitacolo dell’Audi A3 si sarebbe indispettito a tal punto d’avere la malizia di fotografare col proprio smartphone la parte anteriore della vettura con la targa leggibilissima. I due ragazzini avrebbero raccontato l’accaduto ai loro genitori, anch’essi in giro sul lungomare villapianese, i quali poco dopo l’avrebbero a loro volta raccontato a due guardie giurate d’un istituto di vigilanza che prestano servizio proprio lì a “114”. Secondo la testimonianza giuntaci in redazione, gli stessi vigilantes avrebbero persino fermato l’uomo a bordo dell’Audi A3, cui avrebbero formulato un energico “richiamo”. A seguito del quale avrebbero rassicurato i genitori dei due ragazzini adescati che quel “signore” sul lungomare di “114” di sicuro non vi sarebbe più andato. Strano però – questo ci risulta – che i due vigilantes non abbiano sentito l’esigenza di segnalare immediatamente il fatto ai Carabinieri o alla Polizia.

Il papà d’uno dei due ragazzini, col numero di targa della vettura fotografato dal figlio, ha fatto una propria personale ricerca presso il Pubblico registro automobilistico riuscendo così a risalire al titolare della Carta di circolazione del mezzo. Che risulterebbe intestata ad un 44enne residente a Corigliano Rossano, e più precisamente nel rossanese. Dalla ricerca sarebbe persino emersa la circostanza secondo la quale l’Audi A3 sarebbe addirittura gravata da un fermo amministrativo. Uno dei due ragazzini di Villapiana, inoltre, vedendo le foto da noi pubblicate stamane ed inviateci ieri dal'adolescente coriglianese, avrebbe riconosciuto il proprio presunto adescatore nonostante il suo volto fosse stato per ovvie ragioni da noi oscurato, soffermando la propria attenzione sui capelli e la corporatura dell'uomo.

E non è finita qui. Già, perché in serata ci è giunta una nuova quanto ancora più precisa e grave segnalazione: il 44enne presunto maniaco che con tracotanza andrebbe alla ricerca di ragazzini per soddisfare le proprie insane voglie sarebbe lo stesso uomo arrestato verso la fine del 2011 in quel di Rossano per avere violentato un minore. E sarebbe uscito dal carcere soltanto un paio di mesi fa.

Sulla scorta di tali coincidenti segnalazioni, ma a quanto pare finora senz’alcuna formale denuncia da parte di quanti si sarebbero dovuti recare di corsa a denunciare fatti e circostanze alle forze dell’ordine, in queste ore del caso si stanno interessando molto attivamente i carabinieri della Compagnia di Corigliano. E speriamo che l’incubo di tale indisturbata quanto ingombrante presenza finisca al più presto.

LEGGI ANCHE

Esclusivo | Schiavonea, «Ecco chi è il maniaco»

Schiavonea: maniaco in scooter “a caccia” di adolescenti