«La città di Corigliano Calabro ha bisogno di auguri per le note difficoltà che sta da molto, troppo tempo ormai, attraversando». Esordisce così il Sindaco Giuseppe Geraci nella conferenza stampa di fine anno tenuta in Municipio con a fianco alcuni degli assessori che compongono la sua “squadra”.

Il primo cittadino stamane ha incontrato i giornalisti per tracciare il bilancio dei suoi quasi sei mesi di amministrazione, dalla sua elezione avvenuta lo scorso mese di giugno.

«In questi mesi abbiamo recepito le difficoltà esistenti, in particolar modo in una macchina burocratica comunale che abbiamo trovato letteralmente allo sbando, oltre che carente in termini quantitativi dell’organico comunale stesso. Proprio di recente come Amministrazione abbiamo adottato una delibera inerente le nuove modalità per il cosiddetto Piano Esecutivo di Gestione, che prima veniva affidato ai capi-settore senza la fissazione di obiettivi amministrativi, mentre ora da certi obiettivi prefissati non si potrà rifuggire poiché abbiamo previsto severe verifiche periodiche capaci di rivoluzionare nel complesso la macchina burocratica comunale».

La parola d’ordine è dunque quella di riuscire ad ottimizzare le risorse umane, di gestire al meglio, insomma, le risorse umane del Comune. Ma le difficoltà maggiori, quasi insormontabili, sono sul dolentissimo livello finanziario. Qui “Piatto piange” e…“senza soldi non si canta messa” come suol dirsi. «Confido nella dettagliata relazione che abbiamo di recente inviato alla Corte dei Conti di Catanzaro, che entro la metà dell’ormai imminente mese di gennaio delibererà sul dissesto o meno del nostro ente comunale», ha dichiarato il sindaco: «Da lì», ha detto, «O ripartiremo o sarà il tracollo, ma noi siamo convinti che ripartiremo perché crediamo d’aver fornito risposte molto esaurienti ai rilievi che la Corte dei Conti ha mosso al nostro Comune attraverso la delibera trasmessaci lo scorso ottobre».

Nel frattempo si lavora già al Bilancio di previsione da approvare il prossimo febbraio. «Ci muoveremo attraverso una politica di forte contenimento della spesa», ha dichiarato il Sindaco, «Soprattutto in ordine a tanti onerosissimi quanto inutili fitti passivi per i quali risolveremo gli anti-economici contratti in essere».

E per intercettare risorse il Comune ha già teso la mano alla Regione. Questo il senso delle parole pronunciate da Geraci qualche giorno fa al cospetto del Presidente della Giunta Regionale Giuseppe Scopelliti giunto in città per volere espresso da parte del suo Sottosegretario alla Presidenza, Giovanni Dima. A Scopelliti Geraci ha infatti avanzato la richiesta d’un incontro urgente per fargli esaminare dei progetti amministrativi sui quali chiederà finanziamenti.

Nella conferenza stampa di stamane s’è parlato pure della spinosa questione dei cumuli di spazzatura per le strade, sulla quale il Sindaco ha assicurato massimo impegno per una risoluzione definitiva, e dell’eventuale perdita dell’Ufficio del Giudice di Pace che il Comune cercherà in qualche modo di scongiurare trovando unìopportuna soluzione di concerto con le Istituzioni deputate all’amministrazione della Giustizia.


Foto: in alto, il Sindaco Geraci parla ai giornalisti; al centro, il Presidente della Regione Scopelliti e Geraci a colloquio durante la conferenza di qualche giorno fa organizzata dal Sottosegretario regionale Giovanni Dima   

 

Di admin