Stasera s’alza il sipario sulla III edizione della “Mostra Nazionale d’Arte del Teatro amatoriale Italiano”. Kermesse di risonanza nazionale che porta in Calabria, nella Piana di Sibari, il meglio del panorama teatrale amatoriale italiano. Un festival che, oramai da tempo, riscontra l’attenzione della critica, della stampa specializzata e il gradimento del pubblico. Ad ideare la manifestazione: la Fita–Comitato provinciale cosenza (Federazione italiana teatro amatori) con il patrocinio della Provincia di Cosenza; delle amministrazioni comunali di Corigliano Calabro, Oriolo, Rossano e Cassano all’Ionio; Unpli; Rotary Distretto 2010.

A curare la direzione artistica del festival il presidente Fita Comitato Cosenza, Antonio Maria D’Amico che ha illustrato, presso il Castello Ducale di Corgliano Calabro, il programma degli spettacoli che esordirà stasera proprio nel Quadrato Compagna a Schiavonea di Corigliano con lo spettacolo “Liolà” di Luigi Pirandello messo in scena dalla Compagnia teatrale del Belvedere di San Giorgio Ionico (Taranto), per la regia di Davide Roselli.

 

Il Premio Ausonia ha visto la luce tre anni fa grazie all’intuizione del Presidente della Fita provinciale di Cosenza, Antonio Maria D’Amico. Quest’anno, grazie al successo conquistato nelle precedenti edizioni, diventa “Mostra del Teatro Amatoriale – Premio Ausonia”. Una rassegna che si articolerà in tre sezioni: Premio Ausonia; Premio Miglior registae Premio per il Teatro Popolare e di tradizione.  L’edizione 2017  si svolgerà  nei quattro grandi centri che compongono la Piana di Sibari: Corigliano Calabro, Rossano, Oriolo e  Cassano all’Ionio e che rappresentano le porte d’accesso del Quadrato Compagna, come ha spiegato il direttore artistico D’Amico.

Un progetto che lancia un messaggio di speranza per la Calabria, dunque, offrendo un’immagine positiva della nostra terra; valorizzando il patrimonio culturale e archeologico  di questa suggestiva area e stimolando le infinite potenzialità del territorio.

In scena, 16 compagnie teatrali amatoriali italiane che si contenderanno il primo premio. A valutare le migliori produzioni una giuria di esperti del settore.

Una kermesse che toccherà  quattro suggestive location: Quadrato Compagna Schiavone di Corigliano; Chiostro monumentale di San Bernardino di  Rossano, Cavea la Potella di Oriolo e Marina di Sibari a Cassano allo Ionio.

Tanto l’orgoglio mostrato in conferenza stampa dal direttore artistico Antonio Maria D’Amico: «Il festival diventa Mostra italiana a tutti gli effetti – dice – Diventando Mostra abbiamo le 8 compagnie del Premio Ausonia e le 8 compagnie selezionate per ilTteatro di tradizione. La mostra ci dona la possibilità di rappresentare tutte le forme di teatro con compagnie provenienti da 5 regioni italiane. Le otto compagnia del Premio Ausonia si uniscono alle 8 del Teatro di tradizione in modo da dare maggiore visibilità al teatro in vernacolo che troppo spesso non viene visto in maniera positiva e invece va riscoperto».

Orgogliosi anche gli amministratori delle città coinvolte nel Premio che hanno preso la parola in conferenza stampa. L’assessore al Turismo di Corigliano Calabro, il vicesindaco di Rossano Aldo Zagarese, quello di Oriolo Vincenzo Diego e l’assessore al teatro di Cassano allo Jonio Alessandra Oriolo, nei loro interventi hanno sottolineato quanto importante sia questa sinergia creata dalla Fita  e dall’impegno di D’Amico. La cultura, hanno sottolineato gli amministratori locali, è un veicolo di unione per un territorio importante come quello dello Jonio cosentino.

Durante la conferenza stampa sono intervenuti anche il segretario regionale della Fita Giuseppe Pellegrino, il professore Leonardo Alario e Andrea Solano della commissione selezionatrice (di cui fanno parte anche D’Amico e Imma Guarasci).

Dopo lo spettacolo di debutto di venerdì 7,il 12 luglio la rassegna continua, nel Chiostro Monumentale di San Bernardino di Rossano, alle ore 21, “Accadde tutto per caso”  scritto e diretto da Adriano Beraldi. In scena, la Compagnia teatrale Carpe Diem (di Rossano).

 

Il 14 luglio, fuori concorso,alle ore 21, sul palco del Quadrato Compagna di Schiavonea,   “U Cuntratti i matrimoni”. Scritto da Teresa Gallina regia di ATC V. TIERI di Corigliano Calabro. Laboratorio Teatrale –  Teatro in Erba G. Rodari- I.C.S. V.Tieri.

 

Il 16 luglio, a Marina di Sibari, la kermesse continua con “La Fortuna con l’Effe Maiuscola”, la commedia di De Filippo  riletta dal regista Angiolino Siciliano e dalla compagnia di Roggiano Gravina I Belli dentro.

 

Il 19 luglio, nel Chiostro Monumentale di San Bernardino di Rossano sarà la volta di “Maleditti Sordi”  Testo e Regia  di Oreste Falcone e Alberto Principe. In scena il Gruppo La Matassadirettamente da Strongoli.

 

Il 21 luglio, sul palco del Quadrato Compagna di Schiavonea, “Turbolenze in galleria”scritto e diretto da   Massimo Pantano. Protagonista la Compagnia Palazzolese Cesare Cannatadi Palazzo Acreide (SR).

 

Il 22 luglioa Cavea la Potella di Oriolo e il 23 luglioa Marina di Sibari “Meglio sepolto che vivo”

di Joel Egloff regia di Giuseppe Miggiano. In scena, la compagnia Calandra di Tuglie(Le).

 

Il 25 luglioa Marina di Sibari  “Tuttappo’” scritto da Loredana Marsico regia di Andrea Solano con l’associazione Confluenzedi Rende (Cs)

 

Il 28 lugliosul palco del Quadrato Compagna di Schiavonea e il 29 luglio alla Cavea la Potella di Oriolo “Napoli tra sogno e realtà”uno spettacolo di Teatro Canzone  scritto e diretto di Francesco Apicella. Protagonista l’Ansiteatrodi Aversa (Ce)

 

 

Il 2 agosto, sul palco del Quadrato Compagna di Schiavonea la commedia “Senti chi parla”di Derek Benfield, regia di Fabiano Marti. In scena, Gruppo di attività Peppino Mancinidi Fasano (Br).

 

Il 3 agosto,nel Chiostro Monumentale di San Bernardino di Rossano e il 4 agostoalla Cavea la Potella di Oriolo “Quattro figli amatissimi”scritto da  Roberta Skerl, regia di Aldo L’Imperio da Taranto.

 

Il 5 agostoa Marina di Sibari “L’uomo che incontrò se stesso”scritto da Luigi Lunari e diretto da  Michele Mindicini. In scena, Compagnia teatrale di Colpi di scenadi Gravina di Puglia (Ba).

 

Il 7 agostoun altro appuntamento fuori concorso, al Quadrato Compagna, “Chistice’ nu mistero”scritto e diretto da  di Pinuccio Pellegrino con il Teatro Anch’iodi Corigliano Calabro.

 

 

L’8 agosto, nel Chiostro San Bernardino e il 10 agostonella Cavea La Potella, “Gl’innamorati”di Ebe Guerra con la Compagnia del Dadotrattodi Bari.

 

 

L’11 agosto,al Quadrato Compagna, “Us-Brudelli”  di Antonio Amica con la Compagnia di Corigliano Calabro ATC V. Tieri.

 

Il 13 agostoa Marina di Sibari, il 17 agostoal Chiostro di san Bernardino, “…E non ci lasceremo mai” di e con  Alfredo Perciaccante e Franco Milano, gruppo teatrale I Canaglionidi Cassano allo Ionio.

 

 

Il 18 agosto,sul palco del Quadrato Compagna, la Compagnia dei Giovani di Trento porterà in scena il capolavoro di Carlo Goldoni “La locandiera” regia di Michele Torresani.

 

Il 25 agosto,al Quadrato Compagna “O Segreto” di e con Enrico Galloro con l’associazione il Trifogliodi Avellino.

 

Inoltre, durante la cerimonia di premiazione il 9 settembre 2017 sarà consegnato il  “Premio Ausonia”ad un artista di fama nazionale per il suo impegno nel teatro italiano. Nelle predenti edizioni  il Premio è stato assegnato al maestro Pier Maria Cecchini (attore – regista), nel 2016 all’attore Valerio Morigi. 

 

Di admin