Strani riti notturni. In un camposanto che da luogo di culto della memoria dei defunti ed anello fisico di congiunzione e ricongiunzione tra il mondo dei vivi e quello dei loro cari che hanno oltrepassato la vita terrena, diventa campo di ritrovo, nottetempo, di soggetti strani, sinistri, dediti a chissà quali necrofile attività.

Molto probabile, insomma, che vi vadano in scena regolari messe nere in onore di Satana. Del resto i continui rinvenimenti d’oggetti strani per quel luogo, con carte bruciate e candele spostate dalle lapidi, lasciano supporre proprio questo (foto).

Il cimitero di Rossano, nella città di Corigliano Rossano, da diverso tempo è in una condizione di degrado, nell’ambito della quale è persino possibile penetrarvi fuori dagli orari stabiliti per fare chissà cosa.

La segnalazione, e la denuncia, arrivano da alcuni cittadini che vi si recano spessissimo, in visita sulle tombe dei loro cari trapassati – quotidianamente o quasi – ed alla cui attenzione non può perciò sfuggire quanto v’accade sicuramente in orario notturno.

Qualcuno di loro s’è rivolto ai custodi responsabili del cimitero stesso, i quali, a detta degli utenti, avrebbero palesato lo stesso loro sospetto, vale a dire quello che riconduce a riti satanici da parte di qualche ipotetica setta che riuscirebbe con facilità a guadagnare l’ingresso del camposanto. Perciò fanno appello al Comune perché vi predisponga una costante opera di vigilanza.   

 

Di admin