Una coppietta di pregiudicati è finita in manette durante lo scorso fine settimana a Corigliano Rossano con l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente finalizzata allo spaccio. A sorprenderei in flagranza di reato, durante la serata di sabato, è toccato ai poliziotti del locale Commissariato.

Si tratta di D.C., 32enne già sottoposto agli arresti domiciliari, e della sua compagna A.D., di 22 anni. I poliziotti, venuti a conoscenza del fatto che i due continuavano nell’attività di spaccio all’interno della loro abitazione a Corigliano, hanno eseguito a loro carico una perquisizione domiciliare a seguito della quale sono stati rinvenuti e sequestrati due bilancini di precisione, circa 60 grammi di marijuana pronta per la cessione e 70 euro in banconote di piccolo taglio ritenuti provento dell’attività di spaccio.

Durante la perquisizione nell’appartamento era presente un trentacinquenne che aveva appena acquistato lo stupefacente per uso personale: l’acquirente è stato denunciato, mentre D.C. e la propria compagna, che avevano allestito nell’abitazione un vero e proprio supermercato per lo spaccio di stupefacenti, sono stati tratti in arresto. Il sostituto di turno presso la Procura di Castrovillari ha disposto che D.C. venisse tradotto presso la casa circondariale di Castrovillari e la compagna sottoposta agli arresti domiciliari, entrambi in attesa del giudizio con rito direttissimo.

 

Di admin