C’è un ricordo. Un gruppo di persone bloccate prima della ferrovia. C’è chi parla, chi ride. Altra gente piange. Quelle persone sono dei giornalisti. E li blocca chi sta ultimando gli accertamenti di rito sul luogo di un delitto.

Sotto la ferrovia si apre un serpente di asfalto che va alle campagne tra Corigliano e Sibari: e lì hanno accoppato due uomini. Uno è un personaggio eccellente della malavita locale. LEGGI ARTICOLO COMPLETO

 

Di admin