Nella tarda serata di ieri i poliziotti del Commissariato di Corigliano Rossano hanno tratto in arresto un giovane in flagranza di furto commesso a bordo d’un treno che viaggiava sulla tratta jonica. Si tratta di G.R. 22enne residente a Cariati, pluripregiudicato per reati specifici e con in atto la misura cautelare dell’obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria.

Un agente libero dal servizio, mentre era a bordo del treno regionale Catanzaro-Sibari, l’ha notato aggirarsi furtivamente nella cabina del capotreno per poi uscirvi con un tablet in mano e darsi a una repentina fuga approfittando dell’apertura delle porte del treno stesso fermatosi alla Stazione di Rossano.

 

L’agente, insospettito dall’accaduto, l’ha inseguito ed ha avvisato la Sala operativa del Commissariato. Il resto l’hanno fatto i suoi colleghi, che hanno individuato il ladro mentre attraversava i binari della stazione, e che, dopo un breve inseguimento, sono riusciti a fermarlo. Addosso gli è stato rinvenuto il tablet appena rubato al capotreno mentre il derubato si sporgeva dal finestrino per controllare la regolare sosta presso lo scalo ferroviario. Il tablet, contenente dati sensibili e di proprietà di Trenitalia per lo svolgimento del servizio, è stato sequestrato dagli agenti per essere successivamente restituito al capotreno stesso. Mentre il ladro, su disposizione del magistrato di turno in Procura a Castrovillari, è stato tradotto in carcere in attesa del processo per direttissima. 

 

Di admin