Oltre tre etti di marijuana, una tecnologica bilancia digitale e varie buste per confezionare la sostanza stupefacente, certamente destinata allo spaccio. L’ennesimo blitz antidroga è stato messo a segno ieri pomeriggio dai poliziotti della squadra giudiziaria del Commissariato di Corigliano-Rossano nella popolosa frazione marina di Schiavonea.

 

Gli uomini dell’ispettore capo Stefano Laurenzano, dopo vari servizi d’appostamento in una strada sospettata d’essere luogo “eletto” per la droga, proprio nel pomeriggio di ieri hanno notato un giovane affrettarsi per entrare in uno stabile. Scatta la perquisizione personale: esito negativo. Il perdurare dello stato d’agitazione e d’insofferenza del giovane, ha però indotto gl’investigatori ad approfondire il controllo, scoprendo che il ragazzo risiedeva proprio lì. 

 

 

Perquisita la casa, nella sua camera da letto e in alcune pertinenze in uso al ragazzo sono stati rinvenuti i 5 involucri contenenti i 340 grammi di “maria” e tutto quanto il resto, tutto ovviamente sequestrato. Per il 23enne M.A., incensurato, il magistrato di turno in Procura a Castrovillari ha disposto gli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima.

redazione@altrepagine.it 

 

Di admin