Maltrattamenti in famiglia: questa l’accusa nei confronti d’un uomo di Corigliano-Rossano cui il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Castrovillari ha applicato la misura della custodia cautelare agli arresti domiciliari

su richiesta dei magistrati inquirenti della locale Procura diretta da Alessandro D’Alessio. Il provvedimento restrittivo è stato eseguito nelle ultime ore da parte dei carabinieri della Stazione di Corigliano Scalo, dove la vittima aveva denunciato quanto era stata costretta a subire. L’uomo è il 43enne coriglianese V.D.D.

Qualche giorno addietro, l’indagato aveva aggredito fisicamente la propria convivente con calci e pugni, facendola finire in ospedale per le ferite riportate. redazione@altrepagine.it