Una guerra tra poveri. Accade nella popolosa frazione marina di Schiavonea, a Corigliano-Rossano.

Dove ieri sera s’è consumata una rapina, l’ennesima, questa per fortuna “risolta” dai carabinieri del colonnello Raffaele Giovinazzo, che hanno assicurato alla giustizia il presunto responsabile d’uno dei tanti reati che di giorno, di sera e di notte si consumano nella “polveriera” della Marina coriglianese.

I militi in forza alla Sezione operativa e radiomobile del Reparto territoriale di Corigliano-Rossano, infatti, a tarda sera, hanno fermato un giovane cittadino di nazionalità marocchina, 23enne ed incensurato, ritenuto il rapinatore d’un suo connazionale, un bracciante agricolo, scippato con la forza del suo smartphone e di 200 euro in contanti.

Non solo la rapina. La vittima è stata persino accoltellata ad un braccio. Il ritenuto rapinatore adesso si trova rinchiuso in carcere a Castrovillari, a disposizione dell’autorità giudiziaria. redazione@altrepagine.it