Assieme alla Mercedes del 42enne Massimo Lazzarano divorata dal fuoco pure la Bmw d’uno stimato commerciante 

Altre due auto incendiate dolosamente, questa notte, a Corigliano-Rossano: sale così a 51, in città, il numero degli automezzi presi di mira dall’inizio del 2022 che oramai volge quasi al termine.

Teatro dell’ennesimo episodio una traversa della centralissima Via Metaponto, allo Scalo coriglianese. Ad essere divorate da fuoco e fiamme, una Mercedes Classe B e una Bmw X3, che erano parcheggiate l’una di fianco all’altra, sotto le abitazioni dei rispettivi proprietari. Le mani ignote che hanno dato l’innesco sono entrate in azione verso l’una e mezza.

Pare che l’obiettivo dell’azione incendiaria fosse la Mercedes, di proprietà del 42enne salumiere incensurato Massimo Lazzarano, di giorno impegnato in un noto supermercato dello Scalo coriglianese, e di notte, durante le serate, “buttafuori” in una nota discoteca cittadina.

Lazzarano era stato arrestato dai carabinieri lo scorso 22 novembre, a seguito d’una perquisizione domiciliare “mirata” nel corso della quale gl’investigatori gli avevano trovato un chilo e mezzo circa di droghe – marijuana, hashish e cocaina – oltre all’occorrente per confezionare le stesse sostanze stupefacenti in dosi, vale a dire un bilancino di precisione, della sostanza da taglio del tipo mannite ed altro.

Da quel giorno il salumiere è assegnato agli arresti domiciliari su disposizione della magistratura del Tribunale di Castrovillari, in attesa del processo nei suoi confronti per detenzione di sostanze stupefacenti finalizzata allo spaccio fissato per il prossimo mese di gennaio, ma col permesso del giudice di poter uscire negli orari stabiliti a lavorare nel supermercato.

La Bmw andata in cenere di riflesso appartiene a un noto e stimato commerciante coriglianese. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del Distaccamento cittadino a spegnere le due auto incendiate, e i carabinieri in forza alla Sezione operativa radiomobile per l’avvio delle indagini del caso. redazione@altrepagine.it