Un’altra mega-rissa, l’ennesima. Teatro dei fatti ancora una volta la popolosa frazione marina di Schiavonea, a Corigliano-Rossano, in questo periodo molto più popolata rispetto al consueto da stranieri di varie nazionalità, extracomunitari compresi.

Tra le 18,30 e le 18,45 di ieri sera a darsele di santa ragione, nei pressi del monumentale Quadrato Compagna, gruppi di nordafricani, di “fratelli” tunisini e marocchini:

non solo calci e pugni sono volati, ma anche bottiglie di vetro rotte utilizzate per colpire i “nemici” dall’una e dall’altra parte contrapposti.

La guerriglia urbana s’è spenta solo e soltanto con l’arrivo dei carabinieri in forza alla Sezione operativa radiomobile del Reparto territoriale, dopo che qualcuno tra i testimoni ha composto al telefono il numero d’emergenza del 112.

Le pattuglie di servizio sono giunte immediatamente sul posto. Molti dei rissaioli sono fuggiti non appena hanno udito le sirene e visto i lampeggianti blu. Il bilancio alla fine è stato di tre persone fermate e condotte in caserma. redazione@altrepagine.it