Doveva essere una serata piacevole. Una di quelle serate d’un giorno prefestivo durante le quali rilassarsi, andare in giro per i locali e divertirsi in compagnia.

Invece, per una ragazza minorenne, la serata s’è trasformata in un vero e proprio incubo. Pochi minuti, convulsi e terrificanti, durante i quali la giovane sarebbe stata costretta ad intrattenere un rapporto sessuale con un 35enne suo conoscente e col quale si trovava in macchina per essere accompagnata a casa.

È successo mercoledì sera, lungo la Strada provinciale 253 che collega Sibari a Villapiana, praticamente il vecchio tracciato della Statale 106 jonica. Carnefice e vittima sono della zona.

I carabinieri della Compagnia di Cassano Jonio, diretti dal capitano Michele Ornelli, nel transitare proprio in prossimità del punto dove la macchina era appartata, hanno notato qualcosa di strano. L’auto aveva le portiere spalancate e fuori dall’abitacolo c’era una ragazza in stato confusionale.

Compiuti i dovuti accertamenti e raccolta la circostanziata denuncia da parte della vittima, trasferita all’ospedale dell’Annunziata di Cosenza dove i medici hanno riscontrato la consumata violenza carnale, successivamente hanno arrestato il 35enne con l’accusa di atti sessuali con una minorenne. Adesso è rinchiuso nel carcere di Castrovillari. redazione@altrepagine.it