Nel pomeriggio si terrà l’autopsia sul corpo dell’adolescente

Quattro medici iscritti nel registro degl’indagati della Procura di Castrovillari per la morte della 17enne Marta Azzaro.

Che domenica notte, per due volte, era stata accompagnata dai familiari al Pronto soccorso dell’ospedale “Guido Compagna” di Corigliano-Rossano, e deceduta a casa dopo essere stata dimessa (LEGGI QUI).

Il Tribunale di Castrovillari; nella foto d’apertura i carabinieri in ospedale

Il magistrato titolare del fascicolo d’indagine ha disposto l’autopsia sul corpo dell’adolescente morta, che si terrà oggi pomeriggio alle 16 nell’ospedale “Nicola Giannettasio” della stessa città jonica, da parte del medico legale incaricato come consulente dalla Procura e alla presenza dei medici nominati dalle parti in qualità di consulenti, vale a dire i familiari che hanno denunciato il caso ai carabinieri e i medici finiti sott’inchiesta per atto dovuto da parte del magistrato.

Si tratta d’un medico di Pronto soccorso, d’un anestesista, d’un pediatra e d’un infermiere.

L’esame autoptico è finalizzato a stabilire le effettive ed esatte cause del decesso della povera Marta e se vi sia stata negligenza medica nel trattare il suo caso. redazione@altrepagine.it