CATANZARO – Il procuratore facente funzioni della Direzione distrettuale Antimafia di Catanzaro, Vincenzo Capomolla, e il sostituto Alessandro Riello, hanno dichiarato chiuse le indagini preliminari relative alla maxi-inchiesta anti-‘ndrangheta “Athena”.

Che, all’alba dello scorso 30 giugno, aveva visto carabinieri e polizia in azione per arrestare 68 persone tra le 82 complessivamente indagate – quasi tutte di Cassano Jonio – ritenute appartenenti o complici della supercosca che domina i traffici illeciti nell’intera Sibaritide e facente capo alle famiglie cassanesi Abbruzzese e Forastefano.

Una maxi-indagine che ricostruisce traffici di droga, estorsioni, intimidazioni e regolamenti di conti registratisi negli ultimi quattro anni.

Il procuratore antimafia di Catanzaro Vincenzo Capomolla

Tra i fatti contestati, estorsioni e danneggiamenti compiuti in danno d’albergatori, produttori agricoli e imprenditori del settore fondiario, persino in danno d’una società incaricata d’installare gli autovelox lungo le strade della Piana di Sibari. 

Tra i destinatari dell’ordinanza cautelare vergata dal giudice per le indagini preliminari distrettuale, Sara Mazzotta, anche il presunto boss di Cassano Jonio Pasquale Forastefano detto L’animale o Il pazzo, e Francesco Faillace, entrambi in carcere, il primo al 41-bis, il secondo arrestato in Spagna qualche settimana prima dell’operazione “Athena”, nell’ambito dell’operazione anti-‘ndrangheta ed antidroga “Gentleman 2″ condotta sempre dalla Procura distrettuale Antimafia di Catanzaro.

Soprattutto, però, ci sono gli esponenti più importanti del clan degli zingari del Rione Timpone Rosso di Lauropoli a Cassano, e, tra essi, il capo storico Celestino Abbruzzese detto Asso di bastoni o Ciccio ‘u zingaru, e il figlio Nicola Abbruzzese detto Semiasse (nella foto d’apertura), fratello del boss ergastolano al 41-bis Franco Abbruzzese detto Dentuzzo e ritenuto “reggente” del clan. 

Il 30 giugno il gip aveva disposto anche un maxi-sequestro di beni per un valore che s’aggira attorno ai 5 milioni di euro.

Il pubblico ministero titolare della maxi-inchiesta Alessandro Riello

L’elenco di tutti gli indagati

1. ABRUZZESE Antonio (1984);

2. ABBRUZZESE Celestino alias “Ciccio ‘u zingaro” o “Asso di bastoni” (1947);

3. ABBRUZZESE Cosimo alias “Cocò” (1991);

4. ABBRUZZESE Francesca (1975);

5. ABBRUZZESE Francesco alias “Cicciotto” (1996);

6. ABBRUZZESE Luigi (1989);

7. ABBRUZZESE Luigi alias “Willy” (1985);

8. ABBRUZZESE Leonardo detto Nino alias “Castellino” (1985);

9. ABBRUZZESE Marco detto ‘u palummu (1981);

10. ABBRUZZESE Marco alias “Struzzo” (1990);

11. ABBRUZZESE Nicola alias “Semiasse” (1979);

12. ABBRUZZESE Rocco alias “Zurrune” (1964);

13. ABBRUZZESE Rosaria detta “Rosanna” (1974);

14. ABBRUZZESE Ivan (1984);

15. ARCIDIACONO Gianfranco (1987);

16. ARLEO Gianfranco (1974);

17. BARONE Ivan (1977);

18. BELMONTE Maurizio (1968);

19. BENEDETTO Gennaro (1965);

20. BEVILACQUA Stefano (1985);

21. BOGUSLAWSKI Jacek (1985);

22. CAIRO Katia (1986);

23. CARUSO Pasquale alias “U pacc” (1965);

24. CERCHIARA Alessandro alias “Chimico” (1991);

25. CERCHIARA Alessia (1992);

26. CERCHIARA Erminia (1987);

27. CERCHIARA Mario (1957);

28. CAMPANA Maria Stella (1963);

29. COSENTINO Claudio (1965);

30. DI GIOIA Davide Giuseppe (1990);

31. DI PUPPO Michele (1964);

32. DONADIO Raffaele (1969);

33. FAILLACE Francesco (1983);

34. FALBO Domenico (1978);

35. FALBO Giuseppe detto Pinuccio (1967);

36. FALBO Maurizio alias “Naso stuart” o “Trapanaridd” (1988);

37. FERRARO Danilo, alias “Cidruzzo” (1989);

38. FERRARA Emilio (1976);

39. FIMOGNARI Carmelo Domenico (1981);

40. FORASTEFANO Alessandro (1991);

41. FORASTEFANO Pasquale (1987);

42. GALLO Osvaldo (1987);

43. GUIDI Marco (1989);

44. GENISI Antonio (1967);

45. GENISI Elvira (1995);

46. GIANNICOLA Tiziana Antonietta (1969);

47. GRANITI Francesco alias “Nips” (1993);

48. IQBAL Amjad detto Mustafà;

49. LAINO Francesco (1978);

50. LAINO Giuseppe (1974);

51. LAINO Luca (1984);

52. LAURIA Giuseppe Salvatore (1988);

53. LO NIGRO Francesco (1969);

54. LO TUFO Antonio (1967);

55. MACARIO Albino (1967);

56. MADIO Domenico alias “Pilu iancu” (1981);

57. MAESTRI Gianluca (1978);

58. MAESTRI Maria Rosaria (1984);

59. MAESTRO Sandro (1969);

60. MAGNAVITA Elena Tiziana (1978)

61. MALOMO Carlo (1982);

62. MANIERI Salvatore alias “Scià scià” (1975);

63. MARTUCCI Massimiliano (1978);

64. MASTROTA Carmine (1986);

65. MASTROTA Lucia (1956);

66. MILITO Rocco (1972);

67. MITIDIERI Giuseppe (1990);

68. OLIBANO Roberto Junior (1993);

69. PAGLIARO Giovanni (1966);

70. PISCIOTTI Antonio (1969);

71. PISCIOTTI Domenico alias “U liune” (1967);

72. PRESTA Gennaro (1981);

73. ROVITTI Vincenzo (1976);

74. RINALDI Giuseppe (1986);

75. RIZZO Caterina (1984)

76. RUSSO Giancarlo Quintino Pio (1954);

77. RUSSO Mario (1993);

78. SAGGESE Carmine (1984);

79. SELVAGGI Lorenzo Pietro (1975);

80. SIRIMARCO Giuseppe (1995);

81. STAMATO Emmanuel (1995);

82. VARCA Mario Olimpio (1960). direttore@altrepagine.it

Di FABIO BUONOFIGLIO

Classe 1974. Spirito libero, animo inquieto e ribelle. Giornalista. Negli ultimi 25 anni collaboratore e redattore di diverse testate quotidiane e periodiche regionali nel Lazio e nella sua Calabria. Nel 2011 fonda AltrePagine, la propria creatura giornalistica che da allora dirige con grande passione.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com