Un intervento davvero provvidenziale. E salvifico. Protagonisti i poliziotti del Commissariato di Corigliano-Rossano diretto dal vicequestore aggiunto Cataldo Pignataro, nel tardo pomeriggio di ieri.

Quando al 113 era giunta un’allarmante segnalazione: una donna, in forte stato d’agitazione, denunciava d’essere stata rinchiusa dal padre – in preda a un raptus di pazzia – in una stanza di casa con le sue due figlie minorenni, e che l’uomo aveva aperto i fornelli del gas in cucina. 

Immediato l’intervento della volante: giunti sul posto – in una zona dello Scalo rossanese – i poliziotti non esitavano a forzare la porta-finestra dell’abitazione provvedendo a disattivare il contatore elettrico, a chiudere il gas e ad aprire tutte le finestre interne per far arieggiare l’ambiente.

Messe in sicurezza la donna e le figlie, nell’attesa dell’arrivo dei medici all’uopo allertati, gli stessi poliziotti hanno poi constatato che l’uomo era svenuto proprio a seguito delle esalazioni del gas. Ripresosi, è stato sottoposto a un trattamento sanitario obbligatorio. redazione@altrepagine.it