La potente consigliera regionale coriglianese di Forza Italia fa incetta di rossanesi nella propria struttura politica, i suoi ultimi acquisti tra le file del Pd e c’è pure un ex candidato di de Magistris alle ultime Regionali proprio contro lei

CORIGLIANO-ROSSANO – «Mi piacerebbe riuscire a far tornare in mano alla politica la nostra città. Io sto lavorando a un progetto con tanti amici, ma il mio nome, da eventuale candidato a sindaco, se esiste è dietro parecchie miglia, perché il candidato per ovvie ragioni dev’essere di Corigliano»

Parole e musica di Stefano Mascaro (nella foto, a sinistra), l’ultimo sindaco di Rossano prima della fusione con Corigliano. Di lui e dell’eventualità che possa essere proprio lui il candidato a sindaco del Centrodestra di Corigliano-Rossano nella sfida con Flavio Stasi, il sindaco in carica “civico” di centro-sinistra-destra già da tempo in campagna elettorale per l’agognata conferma nelle elezioni della prossima primavera, ne avevamo scritto nella nostra edizione politica dello scorso 9 luglio (Mascaro candidato a sindaco del Centrodestra col sostegno del governo Meloni?).

Dopo alcuni giorni, Mascaro ci aveva contattati tenendo a precisare: 

«Il nome più vicino alla meta è quello della Straface (nella foto, a destra), non altri. Se lei accetterà non dipenderà da me, ma da logiche di natura politica e personali; in caso di decisione positiva da parte sua, io sarò in prima linea candidato a fianco a lei, e con me tanti altri amici perché è importante esserci a prescindere da ruoli».

Infine la chiosa, di Mascaro: 

«Bisogna essere generosi e realisti:

i coriglianesi oggi non voterebbero nemmeno il nostro Arcivescovo!»

Non solo Mascaro: ecco le altre “entrature” rossanesi di Pasqualina

Dal potere spirituale della battuta di Mascaro, torniamo a bomba sul potere temporale. E con chi possiamo tornarci se non proprio con Pasqualina Straface, la potente consigliera regionale coriglianese di Forza Italia?

E ci torniamo con le sue progressivamente sempre più insistenti “entrature” rossanesi. Vediamo. 

Se ai più attenti osservatori delle cose politiche di Corigliano-Rossano è oramai piuttosto nota la grande simpatia scoppiata da qualche anno tra un fine intellettuale della Destra rossanese qual è l’avvocato Pino Zumpano, già vicesindaco rossanese, e l’onorevole Straface appunto, gli stessi attenti osservatori magari non sanno che la consigliera regionale sta facendo incetta di rossanesi nella propria nutrita, anzi imponente struttura politica, ovviamente tutta a carico del bilancio regionale:

dopo una breve comparsata durata appena un paio di mesi da parte del giornalista destrorso Luca Latella, è toccato poi alla collega Anna Minnicelli, un tempo oramai lontano attivista del Movimento 5 Stelle e figlia dell’avvocato Amerigo Minnicelli, precursore e pioniere della fusione Corigliano-Rossano che alle prime elezioni del nuovo Comune nel 2019 fece candidare l’altro figlio, l’avvocato Corrado Minnicelli, nelle liste del Centrodestra e a sostegno del candidato a sindaco Giuseppe Graziano, “il generale” attuale consigliere regionale di Azione.

Ma a questa già bella compagnia, la Straface è riuscita ad aggiungere esponenti del Partito democratico (segretario Franco Madeo, sei collegato?!) quali Francesco detto “Checco” Villella, lui nella struttura dell’onorevole mentre sua madre, Rosetta Flotta, fa il tifo alle manifestazioni o su Facebook.

E non solo. Già, perché l’indomita ed abile Pasqualina è riuscita a portare dalla sua parte un (oramai ex!) duro e puro della Sinistra più estrema: 

ladies and gentlemen Francesco detto “Ciccio” Ratti.

Ciccio Ratti in riva al mare con Luigi de Magistris

Ratti è un giornalista originario di Taranto ma naturalizzato rossanese, ambientalista, pacifista, con un breve trascorso “vicino” a Rifondazione comunista.

Ratti con de Magistris in versione seriosa

Poi è divenuto rappresentante di DemA Calabria, il movimento dell’ex magistrato ed ex sindaco di Napoli Luigi de Magistris, candidatosi alla presidenza della Regione Calabria alle ultime elezioni nell’ottobre del 2021. E Ratti lo seguiva pure quando andava al bagno de Magistris, ovviamente da candidato nella sua lista proprio qui e proprio contro la Straface!

Nemmeno due anni e adesso Ratti è il capo ufficio stampa di Pasqualina con delega di richiedere la sostituzione delle foto non gradite all’Onorevole (con la lettera maiuscola, giusto Ciccio?!). direttore@altrepagine.it 

Di FABIO BUONOFIGLIO

Classe 1974. Spirito libero, animo inquieto e ribelle. Giornalista. Negli ultimi 20 anni collaboratore e redattore di diverse testate quotidiane e periodiche regionali nel Lazio e nella sua Calabria. Nel 2011 fonda AltrePagine, la propria creatura giornalistica che da allora dirige con grande passione.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com