Durante la giornata di venerdì la polizia l’ha notato proprio mentre cedeva droga a un altro giovane sul lungomare di Schiavonea, a Corigliano-Rossano.

I due accortisi del sopraggiungere dei poliziotti, con scatto fulmineo hanno buttato due involucri di marijuana. Lo stupefacente è stato poi recuperato e sono scattate le perquisizioni domiciliari.

E per il 26enne del posto Alfonso Giustino, ufficialmente pescatore e soggetto già noto negli ambienti investigativi, i detective della Squadra di polizia giudiziaria dell’ispettore Stefano Laurenzano hanno fatto scattare subito le manette ai polsi per il reato di detenzione di sostanza stupefacente finalizzata allo spaccio.

Il Tribunale di Castrovillari

Giustino è stato poi condotto nel Commissariato cittadino diretto dal vicequestore aggiunto Cataldo Pignataro. Da qui i poliziotti hanno informato il magistrato di turno in Procura a Castrovillari, che ha disposto la remissione in libertà del 26enne, in attesa che venga fissato processo nei suoi confronti. redazione@altrepagine.it